Coronavirus: Fontana, ‘no lockdown territoriale, se fermiamo Milano si ferma la Lombardia’

·1 minuto per la lettura
Fontana lockdown Lombardia
Fontana lockdown Lombardia

Roma, 1 nov. (Adnkronos) – Se bisogna fare un lockdown, che sia nazionale e non territoriale. Sarebbe questa, secondo quanto si apprende, la posizione espressa dal governatore della Lombardia, Attilio Fontana, durante l’incontro con il Governo sulle nuove misure di contenimento del Covid.

“Il lockdown è l’unica misura che si è dimostrata efficace, se possiamo andare avanti con altre misure non determinanti procediamo ma se i tecnici ci dicono che l’unica alternativa è il lockdown facciamolo, ma no a un lockdown territoriale perché se fermiamo Milano si ferma la Lombardia”, ha detto il governatore.

Il virus, è il ragionamento, “oggi è diffuso su tutto il territorio nazionale, non è come a marzo, possiamo forse aspettare ancora qualche giorno magari riducendo capienza tpl, allungando il coprifuoco, tenendo a casa gli over 70 ma sono misure interlocutorie”. E ancora: i cittadini non sono più disposti a seguirci “se non diamo garanzie certe dei ristori”.