Coronavirus, Fontana: “Trend in rialzo per l’aumento dei tamponi”

coronavirus fontana restrizioni lombardia

Appariva sconsolato il governatore della Lombardia mentre assisteva all’aumento dei casi di contagio dopo quattro gironi nei quali i numeri sembravano in calo. Attilio Fontana, ospite a Mattino Cinque, ha spiegato che il trend in rialzo del numero di contagi da coronavirus dell’ultimo bollettino è dovuto all’aumento del numero dei tamponi effettuati.

Fontana: trend non in rialzo

Attilio Fontana rassicura: “Giovedì quando ho fornito il dato dei contagi da coronavirus avevo a disposizione il numero, non l’elaborazione. Poi nel pomeriggio è stato chiarito che erano aumentati i tamponi. Quindi direi che siamo ancora in linea”. Era stato descritto, infatti, un trend al rialzo dopo quattro giorni nei quali pareva che il virus stesse perdendo vigore: il caso, secondo Fontana, è da imputare all’aumento dei tamponi effettuati.

“All’interno di una stabilizzazione – ha detto ancora il governatore Fontana -, può capitare che in un giorno ci sia un picco”. Quello che è importante ora, come sempre, è rispettare le norme di contenimento e restare in casa. “Gli esperti – ha detto ancora Fontana – dicono se si debba fare una valutazione nell’ambito di cinque giorni per poter arrivare a una soluzione”.

Rispetto al numero di tamponi, infine, effettuandone in numero maggiore si riscontrano maggiori casi di positività. “Rispettiamo quelle che sono le regole dettate dall’Iss – ha assicurato infine Fontana -. Noi dovevamo fare i tamponi esclusivamente ai sintomatici”. “La capacità media massima giornaliera è di 5000”.