Coronavirus, Fontana: zona rossa Alzano? Io non potevo istituirla

fcz

Milano, 9 apr. (askanews) - La Regione Lombardia non aveva il potere "giuridico" di istituire autonomamente una zona rossa nell'area della Bergamasca più colpita dal Coronavirus. Lo ha assicurato il presidente Attilio Fontana intervenendo in collegamento a Telelombardia.

"La zona rossa ad Alzano Lombardo e Nebro? Io non potevo farla, non ero nelle condizioni da un punto di vista giurdico. Il punto, però, è che noi l'abbiamo chiesta al governo. Poi si è fatta una zona rossa in tutta la Lombardia. Noi avevamo chiesto zona rossa nell'area di Alzano e Nebro, e la presidenza del consiglio l'ha fatta in tutta la Lombardia".

Di certo, ha ribadito il governatore lombardo, "io non potevo emanare nessun tipo di provvedimento" per istituire la zona rossa nella Bergamasca. A confermarlo, secondo Fontana, è un'indicazione del Ministero dell'Interno "che diceva che le zone rosse sono di competenza esclusiva del governo centrale".