Coronavirus, Forum famiglie: preoccupazione ma no a polemiche

Pol-Afe

Roma, 14 mar. (askanews) - "Il Forum delle Associazioni familiari non puó nascondere la sua preoccupazione, tuttavia le famiglie non smetteranno mai di fare squadra con le istituzioni e, in questa fase, eviteranno di fare polemica". E' quanto si legge in una nota.

Il Forum esprime però alcune "sottolineature: i risparmi di una vita non possono durare all'infinito e i fidi in banca non sono sufficienti; il mantenimento dei figli non può essere, da un lato, a carico delle mamme e dei papà che non lavorano o che vivono una situazione di precarietà; dall'altro, i genitori titolari di partite IVA in questa fase non hanno alcun ricavo. Inoltre, la misura del sostegno ai nuclei familiari non può non dipendere dai figli a carico; il voucher baby-sitter aveva un senso la settimana scorsa. Oggi il Governo, giustamente, invita tutti a rimanere a casa. Con il voucher si incentiverebbero degli spostamenti che metterebbero a rischio la salute di tutti".

"Perciò - prosegue il Forum - occorre che il prossimo decreto preveda in modo automatico la sospensione dei mutui e degli affitti prima casa per tutte le famiglie con figli almeno fino al termine dell'emergenza; un assegno di supporto familiare che dipenda unicamente dal numero dei figli a carico e dall'eventuale disabilità di uno di loro (molto più 'immediato', semplice e da queste facilmente percepibile); la sospensione del pagamento di tutti i tributi a carico dei genitori".

"Charles De Gaulle - conclude la nota - realizzò il quoziente familiare durante la 2ª guerra mondiale: proprio in un momento di enorme crisi decise di investire tutto sulle famiglie. Ora tocca a noi dimostrare lo stesso coraggio, concretizzando un assegno di supporto per le famiglie con figli proprio durante l'emergenza coronavirus".