Coronavirus, Franceschini: su turismo impatto totale e drammatico

Sav

Roma, 23 giu. (askanews) - "E' incontestabile che il turismo ha subito il colpo pi duro" per l'emergenza coronavirus in Italia "ed uno dei settori che torner pi lentamente alla normalit, in un Paese in cui il 50% del turismo internazionale: l'impatto stato drammatico, in un settore che raggiunge il 13% del Pil e ricomprende altri settori". Lo ha detto il ministro dei beni e delle attivit culturali e del turismo Dario Franceschini, ascoltato dalla Commissione Attivit produttive della Camera in merito alle iniziative del Governo per sostenere il settore del turismo gravemente danneggiato dall'emergenza epidemiologica.

"Nei centri storici delle citt tradizionalmente capitali del turismo internazionale, come Roma, Firenze e Venezia, l'impatto totale: dai trasporti al commercio, a tutte le attivit anche non tradizionalmente collegate al turismo", ha proseguito il ministro.

"Credo che ci sar gi un ritorno del turismo infraeuropeo questa estate, ma la riapertura delle frontiere extraeuropee non comporter automaticamente la ripresa del turismo internazionale. Per questo utile sottolineare fino in fondo l'urgenza e la peculiarit di intervenire a tutela del settore", ha concluso Franceschini.