Coronavirus, Francia teme epidemia: domani Macron parla a nazione

Coa

Roma, 11 mar. (askanews) - Cresce a ritmi serrati, in Francia, il timore di un'epidemia di coronavirus, con le autorità pubbliche e sanitarie che stanno preparando il paese ad entrare nello stadio 3 della crisi. Il presidente Emmanuel Macron pronuncerà un discorso alla nazione domani sera alle 20, prendendo pubblicamente la parola per la prima volta dall'inizio del contagio a tre giorni dal primo turno delle elezioni comunali previste nel Paese. Secondo la portavoce del governo Sibeth Ndiaye, il discorso del capo dello stato "sarà ovviamente dedicato alla crisi sanitaria che si sta vivendo".

Senza "anticipare il contenuto" dell'intervento di Macron, si legge su Le Figaro, Ndiaye ha tuttavia indicato che il capo dello Stato "si adopererà per rassicurare i francesi" e provare a "spiegare bene le cose", come sta facendo "dall'inizio". E se l'Eliseo rispetterà quanto comunicato riservatamente dall'inizio, la dichiarazione del presidente dovrebbe essere "abbastanza breve".

Con 1.784 casi confermati e 33 morti, la Francia è oggi il secondo paese più colpito dal virus in Europa dietro l'Italia. "(Siamo) in un momento di crisi sanitaria che non ha precedenti per il nostro paese, perché non abbiamo mai conosciuta alcuna con queste caratteristiche", ha aggiunto Sibeth Ndiaye, affermando che in questo momento è "importante avere un intervento" del capo dello Stato.(Segue)