Coronavirus, Francia teme epidemia: domani Macron parla a nazione -3-

Coa

Roma, 11 mar. (askanews) - L'organizzazione e lo svolgimento delle operazioni di voto dovrebbero comunque essere parte dei colloqui previsti a Matignon giovedì mattina, giorno in cui il primo ministro Édouard Philippe riunirà tutti i leader dei partiti, dei gruppi parlamentari e delle assemblee.

Infine, la portavoce del governo è tornata sulle "conseguenze economiche" della crisi che - ha detto - "purtroppo ci ricordano ciò che abbiamo conosciuto al momento della crisi finanziaria nel 2008". "Il peggio non è mai certo, è vero, ma dobbiamo essere preparati a tutte le eventualità", ha detto Sibeth Ndiaye, mentre nell'entourage di Emmanuel Macron, si conduce una "battaglia estremamente tattica, su base giornaliera, per evitare una situazione italiana", secondo quanto riferito da una fonte anonima a Le Figaro, che ritiene l'ingresso nello "stadio 3" della crisi sanitaria "più un atto amministrativo che un atto politico".