Coronavirus, Fratoianni: risorse per ricerca e università

Adm

Roma, 4 mar. (askanews) - Bisogna garantire più risorse a ricerca e università, stabilizzare i precari ed eliminare il numero chiuso per la facoltà di medicina. Lo ha detto Nicola Fratoianni, Leu, intervenendo in Aula a Montecitorio sul dibattito parlamentare relativo al decreto Miur.

"In questi giorni così particolari e difficili - ha affermato - capiamo quanto sia importante e strategico questo comparto per il nostro presente. Ed è giusto cogliere questa occasione per ringraziare tutti e tutte coloro che nel sistema sanitario pubblico, nelle scuole di questo Paese, negli atenei e nei centri di ricerca stanno quotidianamente prestando la loro opera senza nessuna riserva di energia e passione".

"Vorrei però contemporaneamente chiedere al governo e al Parlamento - ha proseguito l'esponente di Leu - che questo provvedimento diventi l'occasione per riaprire la discussione e l'attenzione sull'importanza di scuola, formazione e ricerca, che hanno bisogno di ritrovare un volume di risorse e di investimenti superiore a quello a cui abbiamo assistito anche nell'ultima finanziaria. Servono risorse ingenti per mettere al riparo un sistema già colpito pesantemente e in profondità negli anni che abbiamo alle spalle dalla Gelmini in poi".

Ha concluso Fratoianni: "Servono risorse per stabilizzare i precari del mondo della ricerca, di cui non possiamo accorgerci solo quando continuano a svolgere la loro attività in modo eccezionale, come è accaduto in queste settimane di emergenza coronavirus allo Spallanzani o al Sacco o in qualunque altro centro. Servono risorse per superare il numero chiuso nelle facoltà universitarie di medicina, in un Paese come il nostro che ha una carenza strutturale di medici occorre ripensare una volta per tutte una scelta politica che ha ancora una volta seguito essenzialmente esigenze di bilancio, e non gli interessi generali".