Coronavirus: G.Sachs, in quarto trim. per Eurozona e Italia calo Pil -2,3%

·1 minuto per la lettura
Coronavirus: G.Sachs, in quarto trim. per Eurozona e Italia calo Pil -2,3%
Coronavirus: G.Sachs, in quarto trim. per Eurozona e Italia calo Pil -2,3%

Roma, 9 nov. -(Adnkronos) – Alla luce del pesante impatto della seconda ondata di contagi, Goldman Sachs stima un quarto trimestre in calo per le economie europee con Eurozona e Italia 'appaiati' su una contrazione stimata al 2,3%, un dato pesante ma migliore comunque dei due paesi più colpiti dal ritorno della pandemia, ovvero Francia (stimata a -3,8%) e Spagna (-3,3%). Fa meglio delle altre grandi economie europee ancora una volta la Germania (-1,5 %), mentre il Regno Unito è previsto a -2,4%, con un leggerissimo rimbalzo nel primo trimestre 2021 a +0,4%.

Sull'intero anno Goldman Sachs – in un rapporto sull'economia europa – prevede per l'Italia una contrazione dell'8,7 del Pil nel 2020 seguita da due anni di crescita a +6,0% e +3,6%. Per l'Eurozona – dopo un primo trimestre 2021 stimato a un debole +0,5% – il triennio 2020-22 dovrebbe vedere rispettivamente un andamento del Pil a -7,2, +5,3 e +4,3%.

La banca americana riconosce comunque come sia "elevata l'incertezza sulla nostra previsione, con rischi a breve termine orientati al ribasso, data la possibilità di blocchi più rigorosi e più duraturi. In particolare, stimiamo che un blocco più lungo provocherebbe una crescita negativa anche nel primo trimestre, spingendo l'economia in una doppia recessione e in questo scenario, gli effetti sulla fiducia peserebbero probabilmente sia sui consumi che sulla domanda di investimento".