Coronavirus, gaffe di Salvini: “Il Giappone confina con la Cina”

Salvini Giappone Cina

Durante una conferenza stampa in Liguria relativa all’emergenza coronavirus e alla sua gestione da parte dell’Italia, Matteo Salvini ha pronunciato una gaffe geografica affermando che il Giappone è confinante con la Cina.

Salvini: “Giappone confina con la Cina”

Il segretario del Carroccio stava accusando il governo centrale di aver sottovalutato il rischio dell’infezione. Ha infatti ribadito che lui e i suoi governatori avevano chiesto quarantene e controlli più stringenti sin dalla fine di gennaio 2020 ma che le loro richieste non erano state esaudite. “Se qualcuno chiedesse scusa agli italiani non sarebbe male perché è evidente che qualcuno ha sbagliato“, ha invocato. E poi l’errore geografico: “L’Italia è il terzo Paese al mondo per contagi, davanti persino al Giappone che confina con la Cina“. Come noto però il Giappone è un arcipelago separato dalla Cina dal mare.

Tra i due stati poi, oltre ad esserci acqua, sono interposte la Russia, la Corea del Sud e la Corea del Nord. Il leghista avrà voluto sottolineare la vicinanza dei due paesi rispetto alla lontananza presente invece tra Italia e Cina, ma la gaffe non è passata inosservata e ha suscitato diversi commenti ironici sui social network.

L’affermazione si va ad aggiungere a quella di qualche giorno prima relativa al caso Open Arms su cui rischia un nuovo processo a suo carico. Salvini aveva infatti parlato del porto di Madrid che però, trovandosi nell’entroterra spagnolo, è una città priva di qualsiasi sbocco sul mare.