Coronavirus, Gallera: a Brescia recuperati 150 posti in ospedale

Red-Mch

Milano, 25 mar. (askanews) - A Brescia, "area profondamente ferita", si continua a "lavorare con una grande sinergia fra pubblico e privato che ha consentito di non ricorrere a ospedali da campo. Grazie alla direzione strategica degli Spedali Civili sono stati recuperati 150 posti all'interno dell'ospedale". Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, nel corso della diretta Facebook per fare il punto sulla diffusione del contagio da Coronavirus in Regione.

"Grazie alla sinergia con il privato sono state coinvolte la Poliambulanza e le strutture del Gruppo San donato collocate sul territorio, l'Istituto clinico città di Brescia, gli ospedali di Ome. Realtà che ci hanno consentito di non usare strutture provvisorie e precarie. Una risposta importante del 'sistema bresciano' di fare sinergia", ha sottolineato Gallera.

Regione Lombardia ha ricordato che da domani ed entro 4 giorni verranno aperti altri 123 posti letto (53 alla 'Domus salutis', 30 alla Don Gnocchi e 40 alla Maugeri). Inoltre, più del 20% del personale recuperato è stato inviato sul territorio bresciano: su 700 totali 150 sono andati in provincia di Brescia. Tra questi, 14 specializzandi in rianimazione e 50 infermieri agli Spedali Civili, 16 al Garda e 42 alla Franciacorta.