Coronavirus, Gallera: diffusione ampia e articolata, attese misure

Lzp

Milano, 22 feb. (askanews) - "Il modo in cui si sta diffondendo il Coronavirus è ampio e articolato". Così l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, ai microfoni di Sky ha commentato il caso di contagio di un 78enne di Sesto San Giovanni alle porte di Milano, che era già ricoverato al San Raffaele per una sospetta polmonite. "Adesso dovremo indagare sui contatti avuti del paziente di Sesto e agire come fatto negli altri casi. Stiamo rintracciando tutti i contatti diretti di questa persona e del personale medico con cui ha interagito per poi agire tempestivamente. Su questo però stiamo aspettano le linee guida del governo", ha spiegato.

Riguardo le richieste avanzate da Regione Lombardia al governo riunito in un Cdm straordinario, Gallera ha aggiunto: "Abbiamo suggerito al premier Conte e al Ministro Speranza alcune proposte. L'unica strada oggi è provare a contenere la diffusione e isolare le persone, come fatto con il focolaio nel lodigiano dove le misure adottate stanno dando riscontri positivi. E' chiaro che dobbiamo agire allo stesso modo anche nelle altre città dove non necessariamente c'è un focolaio. Ma per questo aspettiamo le linee guida del governo perché bisogna muoversi in modo omogeneo sul territorio nazionale". Infine Gallera ha invitato chi ha sintomi compatibili con Coronavirus ha non recarsi al pronto soccorso e a chiamare il numero 1500 perché il 112 "è oberato di chiamate".