Coronavirus, Gallera: impennata in Bergamasca, ipotesi zona rossa

Asa

Milano, 3 mar. (askanews) - In Lombardia si sta valutando la creazione di una terza "zona rossa" per coronavirus nella provincia di Bergamo. Lo ha detto l'assessore al Welfare della Regione, Giulio Gallera, durante una conferenza stampa in videocollegamento convocata per fare il punto sul tema. I positivi in questa area, ha fatto notare sono 372, con una crescita nelle ultime 24 ore di 129 contro i 98 del focolaio di Lodi.

"Abbiamo mandato i dati all'Istituto Superiore di Sanità, c'è un forte incremento di casi in quell'area, abbiamo chisto a loro una valutazione per adottare la migliore strategia. È un dato di fatto l'impennata degli ultimi giorni, oggi lì c'è stata la crescita più alta di tutta la Lombardia" ha osservato Gallera.

All'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, tra l'altro è ricoverato un bambino di anno che è in terapia intensiva, ma in "una situazione non particolarmente compromessa, respira autonomamente, è sotto osservazione, non in situazione particolarmente difficile" ha concluso l'assessore.