Coronavirus, Gallera: non abbiamo trascurato i protocolli

Mch

Milano, 25 feb. (askanews) - "Non si dica che qualcuno ha trascurato l'applicazione dei protocolli e delle procedure". Lo ha ribadito l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, in una informativa al Pirellone sul Coronavirus.

Gallera, ripercorrendo le tappe della diffusione del Coronavirus, ha spiegato che "l'anomalia e la sfortuna del caso italiano, rispetto ad altri casi europei, è che la prima persona a evidenziare i sintomi (il 38enne del Lodigiano ndr) non è un contagiato diretto, ma un contagiato da una persona asintomatica".

Per l'assessore "la difficoltà nell'individuare il paziente zero ha determinato questa situazione", con il mancato rapido isolamento del 38enne del Lodigiano. La Regione, ha poi rivendicato l'assessore, per tenere sotto controllo la diffusione del virus ha effettuato 1.752 tamponi, individuando 206 positivi. "L'11,8%", ha calcolato Gallera.