Coronavirus, Gallera: nuove zone rosse? Valutiamo Alzano Lombardo

Fcz

Milano, 27 feb. (askanews) - I tecnici della Regione Lombardia "stanno verificando e valutando se c'è la necessità" di istituire una nuova "zona rossa" nella Bergamasca e in particolare nell'area di Alzano Lombardo "oppure se sia sufficiente l'isolamento". Lo ha detto l'assessore regionale al Welfare, Giulio Galleria, dopo aver incontrato i prefetti delle città lombarde riuniti alla Prefettura di Milano per un vertice dedicato all'emergenza Coronavirus.

"C'è un tema bergamasco su cui stiamo ragionando, che è l'area di Alzano, i tecnici stanno verificando e valutando se c'è quella necessità o se il tema dell'isolamento sia sufficiente", ha risposto Gallera a una domanda sulla possibile istituzione di nuove zone rosse in Lombardia.

"Oggi - ha aggiunto l'assessore lombardo - il focolaio strutturato e vero è quello del Lodigiano e anche i casi cremonesi, che sono quelli più numerosi dopo Lodi, sono ancora legati a quel focolaio". A Cremona non sarà perciò creata nessuna zona rossa: "No perché i casi sono sempre gli stessi che avevamo prima" ha concluso Gallera.