Coronavirus, Galli: "Clorochina può avere gravi effetti"

webinfo@adnkronos.com

"Siamo di fronte ad una malattia che rimane orfana, abbiamo difficoltà a trovare qualcosa che veramente funzioni. Limitazioni da questo punto di vista ne abbiamo di veramente importanti, non ci sono dati precisi su quanto funzioni questo o quel farmaco, compresa la clorochina. Sulla clorochina 'fai da te', fuori dagli ospedali vorrei sottolineare alcuni pericoli oggettivi". Sono le parole del professor Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, a Omnibus su La7. 

"Le persone con favismo, che in Italia non sono poche, questo farmaco non lo possono assumere perché rischiano crisi emolitiche, effetti collaterali molto pesanti e molto pericolosi. Questo farmaco crea anche problemi cardiologici. Messo tutto assieme, abbiamo poco da usare, se non nulla, a livello domiciliare", afferma. 

"Continuiamo a trovare difficoltà a capire quanto funzionino farmaci che somministriamo in ospedale, con un paio di eccezioni che ci danno speranze o quantomeno qualche soddisfazione", aggiunge ancora.