Coronavirus, Gb lavora a rinvio picco, non pià a contenimento

Bea

Roma, 5 mar. (askanews) - Il Regno Unito è "nelal maggiro parte dei casi" passato alla fase due della sua strategia contro l'epidemia di coronavirus, che prevede "l'allungamento dei tempi" del picco del contagio, e non più il "contenimento" delle infezioni. Lo ha spiegato in parlamento il numero uno della Sanità inglese Chris Whitty. Gli sforzi iniziali si sono rivolti al contenimento del contagio, ma al momento è "ottimistico" pensare che questi abbiano avuto successo ha detto Whitty, che lavora al coordinamento della risposta britannica al virus.

"Ci siamo spostati da una fase principalmente di contenimento a una in cui lavoriamo soprattutto a una dilazione" dei tempi, ha detto alla commissione Sanità della Camera dei Comuni. Attualmente il numero di casi di COVID-19 nel Regno Unito è di 90, ma Whitty ha detto di attendersi che il numero aumenti già oggi e nei prossimi giorni.