Coronavirus, Gdf: "Impiegati 23mila militari e 10mila mezzi"

webinfo@adnkronos.com

Dall'inizio dell'emergenza coronavirus la Guardia di Finanza ha impiegato sino a oggi per l’attività di controllo del territorio 23.677 militari e 10.109 mezzi.  

"Controllo del territorio - spiega all'Adnkronos il colonnello Massimiliano Di Lucia, capo dell'ufficio tutela economia e sicurezza del III Reparto operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza - inteso anche come controllo marittimo e lacuale, assicurato per l’occasione dal Corpo, forte peraltro dell’attribuzione delle specialità della 'sicurezza del mare', mediante l’impiego di oltre 300 mezzi navali e più di 50 aeromobili". 

Sono state circa 50.000 le persone controllate dai reparti della Guardia di Finanza e di queste 1200 sono state denunciate a vario titolo mentre tre sono state arrestate. I militari hanno proceduto anche al controllo della regolarità delle operazioni svolte da circa 40.000 esercizi legittimati all’apertura, denunciando 151 rappresentanti legali e applicando sanzioni amministrative in 52 casi.  

Le principali infrazioni, spiega all'Adnkronos il colonnello Massimiliano Di Lucia, "riguardano l'art. 650 'inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità', art. 495 'falsa attestazione e dichiarazione a Pubblico Ufficiale', art.496 'false dichiarazioni sull'identità e su qualità personali proprie o di altri'.  

"In questo delicato momento che l’Italia sta attraversando impiegando sul territorio le migliori risorse e strutture, il livello di impegno e attenzione, da parte della Guardia di Finanza, rimane sempre elevatissimo, con lo spirito di sacrificio e la generosità che contraddistinguono il nostro operare", sottolinea Di Lucia che aggiunge come "la dedizione che tutti i militari impegnati stanno dimostrando, incessantemente, insieme alle altre Forze di Polizia e, soprattutto, al personale del sistema sanitario. Il ruolo dei Finanzieri sul territorio è - ricorda - anche quello di manifestare vicinanza alla popolazione in questa delicata contingenza, fornendo anche indicazioni di ausilio all’utenza, per facilitare l’ottemperanza alle disposizioni e per dare ausilio a molti, soprattutto gli anziani che abitano da soli, nell’acquisto di farmaci ovvero per assolvere all’acquisto di alimenti. È questo un lavoro silenzioso, non menzionato nel, capo dell'ufficio tutela economia e sicurezza del III Reparto operazioni del Comando Generale della Guardia di Finanza. Da sottolineare, al riguardo, le statistiche 'operative', che tuttavia, mi sembra opportuno ricordare".