Coronavirus, Gelmini: Europa faccia fronte comune, fermiamoci tutti

Pol/Vep

Roma, 13 mar. (askanews) - "L'Unione europea si sta muovendo lentamente e in modo decisamente confusionario. Servirebbero coordinamento e tempestività nelle decisioni, occorrerebbe subito una strategia sanitaria comune. In questo momento ogni Paese agisce in ordine sparso. Ma anche l'Oms ha certificato come il nuovo epicentro del Coronavirus sia l'Europa. E il professor Rezza osserva giustamente che l'Unione 'dal punto di vista sanitario' si sta comportando 'in modo raccapricciante'. Il problema, dunque, non è solo italiano e certamente non siamo noi gli untori". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Nel nostro Paese abbiamo attuato misure rigorose; in altri sembrano invece sottovalutare la situazione. La pandemia coinvolge tutti, indistintamente. Facciamo fronte comune, fermiamoci insieme, per poter ripartire con più forza e senza lasciare nessuno per strada. Oltre a salvare vite umane di cittadini europei, ciò servirà anche ad accelerare l'uscita dalla crisi economica, perché è di tutta evidenza che il nostro export non ripartirà se Germania, Francia e Spagna, si bloccheranno dopo di noi. Serve coraggio, e serve subito", conclude.