Coronavirus, Gelmini: governo di unità nazionale letale per paese

Pol/Vep
·1 minuto per la lettura

Roma, 1 mar. (askanews) - "Il Paese non ha bisogno di redistribuzione di poltrone, ma di soluzioni vere. M5S e Pd hanno ricette completamente diverse da quelle del centrodestra. Come ho già detto, il governo di unità nazionale sarebbe un virus letale per il Paese oltre che per il nostro partito, che lo ha già sperimentato con l'appoggio a Monti e pagato un prezzo altissimo in fatto di consensi". Così Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un'intervista al "Corriere della Sera". "Non esiste uno 'sconto' Coronavirus: finita l'emergenza, faremo solo opposizione per mandare a casa Conte. Insisto: per noi un governo di unità nazionale è fantascienza. Il nostro gruppo si è espresso all'unanimità martedì: no al Pd, no al M5S e nessuna fuga verso Renzi". L'errore più grande dell'esecutivo è stato quello di "non aver preservato l'immagine del Paese. E' passato il concetto dannosissimo che l'Italia è un posto non sicuro. Adesso si dovrebbe avviare una campagna comunicativa promozionale. E come fece Silvio Berlusconi, che nel 2009 organizzò il G8 all'Aquila dopo il terremoto, servirebbe un grande evento, magari a Milano, per rilanciare il Paese. Però penso che il grande convitato di pietra di questa crisi sia anche l'Ue: non ha dato indicazioni comuni sulle misure sanitarie, sulla circolazione delle persone...".