Coronavirus, Gelmini: misure straordinarie per salvare posti di lavoro

Pol/Vep

Roma, 2 mar. (askanews) - "L'emergenza sanitaria causata dal Coronavirus si sta già accompagnando a quella economica: in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna tante aziende sono già con l'acqua alla gola. Occorrono interventi che favoriscano, nei cosi più complessi, la sospensione dei rapporti di lavoro, anziché i licenziamenti. Servono ammortizzatori in deroga, come abbiamo fatto, durante il governo Berlusconi, con la grande crisi del 2008. I posti di lavoro vanno salvati subito, inutile prevedere sussidi per i futuri disoccupati". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Occorre, inoltre, pensare a misure di tutela dell'integrazione dei redditi delle piccole e micro imprese: quelle con meno di cinque dipendenti. La stessa tutela va estesa anche agli artigiani e ai lavoratori autonomi, così come va salvaguardato soprattutto il turismo, un comparto nel quale i contratti flessibili sono molto diffusi", aggiunge. "Come Forza Italia siamo in costante confronto con le categorie, e nei prossimi giorni aggiungeremo a quelle già avanzate altre importanti proposte. Ci auguriamo che il governo si renda conto dell'inadeguatezza del primo decreto economico sull'emergenza Coronavirus, e ascolti chi dà realmente voce alle imprese italiane", conclude.