Coronavirus, Gelmini: Nord ha ragione, misure governo insufficienti

Pol/Vep

Roma, 1 mar. (askanews) - "Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna hanno ragione. Le misure economiche previste dal governo sono insufficienti per contrastare l'emergenza #Coronavirus. Il Nord produttivo vuole ripartire, ma servono interventi strutturali e aiuti concreti a imprese, lavoratori e partite Iva". Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Il governo pensa di risolvere l'emergenza Coronavirus con una mancia di 500 euro per i lavoratori autonomi, gli artigiani, i commercianti, i professionisti e i collaboratori che hanno sospeso le proprie attività economiche. Una misura tanto modesta quanto in linea con l'ideologia di Partito democratico e Movimento 5 Stelle i quali, per qualsiasi situazione, offrono sempre il medesimo rimedio: i bonus - spiega poi in una nota la Gelmini -. Significa aumento della spesa pubblica senza che questo produca effetti benefici sull'economia. Le imprese e gli imprenditori chiedono, al contrario, interventi strutturali che facciano ripartire la produzione. Un piano di investimenti su più anni e una riduzione delle tasse: è a questi obiettivi che dovrebbero essere destinate le risorse stanziate dal governo e quelle che saranno messe a disposizione dall'Europa. Fino a quando l'esecutivo fermerà la propria visione al breve periodo piuttosto che al lungo termine, quello che valutano gli investitori quando acquistano il nostro debito pubblico, sarà difficile che l'Italia ritorni a crescere. La politica economica del nostro Paese deve essere completamente rivista e invertita, e solo un governo di centrodestra può farlo".