Coronavirus, Giacomoni: Raggi faccia sanificare Roma

Luc

Roma, 14 mar. (askanews) - "Roma è un'altra città, deserta, triste, in giro non c'è più un turista ed anche i romani sono pochi. Alcuni portano il cane fuori, altri sono in fila - distanziati - fuori dai supermercati o dalle farmacie. Su via della Scrofa due ratti ricordano che nonostante i ristoranti siamo chiusi e non ci siano più i sacchi sui marciapiedi la città è sporca. Passano veloci gli spazzini sui camion perché non c'è nulla da raccogliere, ma nessuno pulisce la città. La scalinata di piazza di Spagna è vuota, ma le scale sono nere, non vengono lavate da anni. Che aspettiamo a sanificare la città ora che è vuota? Perché gli operatori ecologici ed i percettori del reddito di cittadinanza non vengono impegnati - con le adeguate attrezzature - in una pulizia a fondo di ogni angolo della città ? Virginia Raggi se ci sei batti un colpo: magari, con la scusa dell'emergenza, oggi puoi dare un incarico regolare ai lavoratori in nero di cui ti preoccupi, senza ovviamente interessarti minimamente di tutti i cittadini romani onesti che pagano le tasse più alte d'Italia per continuare a vivere nella sporcizia e nel degrado. Le scuse sono finite: la città è deserta, i turisti sono scappati, non c'è più traffico e si trova persino parcheggio. L'unica cosa che manca è un sindaco che si prenda cura veramente della città che dovrebbe amministrare. Sanifichiamo Roma!". Così Sestino Giacomoni, vicepresidente della Commissione Finanze alla Camera e membro del coordinamento di Presidenza di Forza Italia, in un post su Facebook.