Coronavirus in Giappone: 60 contagi su nave da crociera in quarantena

coronavirus giappone nave

Solo almeno sessanta i casi confermati di coronavirus a bordo della nave da crociera Diamond Princess, messa in quarantena nella giornata del 4 febbraio davanti alle coste del Giappone dopo che un turista 80enne era risultato positivo al virus. La nave trasporta circa 3.700 persone, di cui 2.700 passeggeri e 1.000 membri dell’equipaggio, ed è attualmente ormeggiata nel porto di Yokohama in attesa che vengano emanate le prossime direttiva da parte del ministero della Salute giapponese. A bordo, inoltre, ci sarebbero 35 italiani.

Coronavirus su nave in Giappone

Le prime notizie in merito al contagio di sessanta persone a bordo della nave sono arrivate dai post social pubblicati dal passeggero britannico David Abel, il quale in alcuni video ha dichiarato: “Sembra che la nostra quarantena sia limitata alla nave e che non saremo portati in ospedale. […] Le persone colpite verranno portate via molto presto dalla guardia costiera locale in una struttura medica. Dobbiamo rimanere a bordo della nave e al momento siamo confinati nelle nostre cabine”.

Successivamente la notizia è stata confermata anche dalle autorità sanitarie giapponesi e dai media internazionali come la Cnn, la quale ha riportato come la nave fosse di ritorno da un viaggio durato 14 giorni. Secondo le informazioni al momento note sull’80enne che per primo è risultato positivo al coronavirus, sembra che questi sia salito a bordo lo scorso 20 gennaio per poi scendere a terra cinque giorni dopo durante una tappa della nave ad Hong Kong, territorio dove attualmente sono stati registrati 15 contagiati e un decesso.

A quanto risulta, l’anziano non avrebbe chiesto aiuto ai medici della nave fino al 30 gennaio, nonostante già da alcuni giorni presentasse i sintomi di una malattia respiratoria, tra cui un’evidente tosse. Al momento le condizioni dell’80enne risultano stabili, mentre i passeggeri continueranno a rimanere confinati nelle loro stanze in attesa che la situazioni venga dichiarata sotto controllo.