Coronavirus, Gimbe: si riducono casi ma anche numero tamponi

Red/Gca

Roma, 25 giu. (askanews) - Nella settimana 17-23 giugno il monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE conferma, rispetto alla settimana precedente, la costante riduzione dei pazienti ricoverati con sintomi e in terapia intensiva e l'ulteriore frenata nell'incremento dei nuovi casi, condizionata tuttavia dal netto calo dei tamponi diagnostici, ovvero quelli finalizzati a identificare nuovi casi e non eseguiti per confermare le guarigioni o per altre necessit di ripetere il test (cd. tamponi di controllo). Dal monitoraggio GIMBE dell'epidemia di COVID-19, si rileva: decessi: +270 (+0,8%); terapia intensiva: -62 (-35%); ricoverati con sintomi: -1.448 (-43,9%); casi totali: +1.133 (+0,6%); tamponi diagnostici -26.876‬ (-12,4%); tamponi totali: -18.937 (-5%). "I dati - afferma Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE - confermano che il numero dei pazienti attualmente ospedalizzati in discesa costante e progressiva dai primi di aprile, quando si contavano oltre 4.000 pazienti in terapia intensiva e pi di 29.000 ricoverati con sintomi. Tuttavia, il progressivo decongestionamento degli ospedali non implica, come impropriamente si sente spesso affermare, l'azzeramento dei ricoveri". (segue)