Coronavirus, Giro: Zaia si è scusato, da Cina gravissime responsabilità

Pol/Vep

Roma, 29 feb. (askanews) - "Il presidente Zaia ha sbagliato e si è scusato. Ma la Cina e in particolare il suo ambasciatore in Italia dovrebbero ammettere la grave responsabilità del ritardo con cui hanno lanciato l'allarme dei rischi di una possibile epidemia-pandemia - con almeno due mesi di ritardo -, se è vero che da ottobre si sono avuti i primi riscontri oggettivi del contagio da nuovo coronavirus". Lo afferma il parlamentare di Forza Italia Francesco Giro.

"A ciò si aggiungono le dubbie e controverse condotte di igiene e sicurezza alimentare in Cina. Perché l'ambasciatore cinese che oggi critica Zaia non ricorda anche questo? Per attaccare Zaia caro ambasciatore occorre avere tutte ma proprio tutte le carte in regola! Ok ? Altrimenti meglio un silenzio operoso", conclude Giro.