Coronavirus: Giustizia e potenziamento Ssn, le decisioni del Consiglio dei ministri (2)

Coronavirus: Giustizia e potenziamento Ssn, le decisioni del Consiglio dei ministri (2)

(Adnkronos) – Sono previste, inoltre, specifiche norme per i procedimenti dinanzi alla Corte dei conti e per quelli dinanzi alle commissioni tributarie. In considerazione della necessità di riorganizzare le attività, il decreto prevede, dalla data di entrata in vigore, l’applicazione per 15 giorni del regime di sospensione feriale.

Per quanto riguarda le norme in materia di potenziamento del Servizio sanitario nazionale, l’obiettivo -spiega ancora la nota di palazzo Chigi- è quello di rafforzare la rete di assistenza territoriale e le funzioni del ministero della Salute, attraverso l’incremento delle risorse umane e strumentali.

Si prevedono, pertanto: l’assunzione di medici specializzandi, secondo le norme specificate nel decreto stesso, da destinare allo svolgimento di specifiche funzioni; il conferimento straordinario di incarichi di lavoro autonomo a personale sanitario in quiescenza; la rideterminazione dei piani di fabbisogno del personale delle aziende e degli enti dell’Ssn; l’incremento delle ore della specialistica ambulatoriale.