Coronavirus, Gribaudo (Pd): tutelare anche autonomi ordinisti

Pol-Afe

Roma, 18 mar. (askanews) - "Il decreto Cura Italia contiene una gamma di tutele che credo non abbia precedenti nelle politiche sociali del Paese, ma occorre fare uno sforzo in più per dare anche ai professionisti ordinisti quella tutela che i 300 milioni per la tutela del reddito ultima istanza non garantiscono fino in fondo". Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Chiara Gribaudo.

"Penso soprattutto a tanti giovani avvocati, architetti, ingegneri, psicologi, a tutti quei professionisti che molto probabilmente non vedranno un euro per i prossimi due mesi. C'è un lavoro in corso per consentire alle casse professionali di sostenerli direttamente. Avrei voluto che il Ministro Catalfo avesse trovato il giusto accordo prima di dichiarare sui giornali che se ne occuperanno loro, ma voglio augurarmi che questa anticipaziona valga come un'irrinunciabile presa d'impegno. E spero che il Ministro Bonafede, competente per gli ordini, non si dimentichi di loro. Anche sul tema del credito d'imposta sugli affitti, della sospensione dei versamenti e del sostegno finanziario alle imprese - conclude Gribaudo - ci sono molte norme che devono essere allargate ai professionisti. Sono anni che diciamo che imprese e professionisti sono equiparati, e in queste occasioni non si possono assolutamente rifare vecchie distinzioni. Le tutele contro la crisi causata dal coronavirus devono essere universali".