Coronavirus, a Hong Kong 65 nuovi casi: il maggior aumento dall’inizio dell’epidemia

coronavirus hong kong

Dall’inizio dell’epidemia, la città di Hong Kong ha registrato il maggior aumento del numero di casi di coronavirus: in 24 ore i dati sono saliti di 65 unità. Mentre quindi in tutta la Cina si registrano cali di contagi interni, un delle maggiori città presenta invece un trend in contrasto. Come ha precisato Chuang Shuk-Kwan, del Centro per la Protezione Sanitaria cinese, molti dei casi registrati riguardano persone che hanno viaggiato in Europa nell’ultimo periodo e che sono rientrate in Cina negli ultimi giorni.

Coronavirus Hong Kong, aumento casi

Le autorità sanitarie di Hong Kong hanno confermato 65 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta dell’aumento maggiore registrato nella città dall’inizio dell’epidemia. Chuang Shuk-Kwan del Centro per la Protezione Sanitaria ha anche sottolineato in una conferenza stampa che di questi 65 nuovi casi, 41 avevano di recente viaggiato in località europee.

Dopo essere stati, ad esempio, nel Regno Unito o in Portogallo, sarebbero rientrati in Cina e, sottoposti ai test, sarebbero risultati positivi. Quattordici di loro, ha aggiunto ancora, sono studenti rientrati di recente nella città di Hong Kong. Il numero di casi totali registrati a Hong Kong, dopo questo ingente aumento è di 518 unità.

Il messaggio di Carrie Lam

Dopo aver confermato il preoccupante aumento dei casi di coronavirus nella città di Hong Kong, Carrie Lam ha chiarito che “non è il momento di rilassarsi, altrimenti gli sforzi di Hong Kong degli ultimi due mesi saranno sprecati e le conseguenze saranno inimmaginabili”. “Per superare l’epidemia – ha poi aggiunto -, il supporto continuo e la cooperazione di ogni membro del pubblico è essenziale. Chiedo alla popolazione di continuare a lavorare insieme nella lotta contro l’epidemia”.