1 / 25

I senzatetto in osservazione in un parcheggio a Las Vegas

Ecco le immagini di decine di senzatetto a Las Vegas da lunedì 30 marzo radunati come auto in un grande parcheggio all'aperto. Le autorità cittadine lo chiamano "ospedale temporaneo per clochard con COVID-19".

Coronavirus, i senzatetto prigionieri in un parcheggio a Las Vegas

Sono stati sistemati nel parcheggio del Cashman Center come fossero automobili, circa 500 senzatetto di Las Vegas, prigionieri tra le strisce disegnate sull’asfalto che li tengono a distanza di sicurezza.

Così le autorità della metropoli dei casinò hanno cercato di far fronte all’emergenza coronavirus dopo che un clochard è risultato positivo al tampone e il rifugio della Catholic Charities è stato costretto a chiudere. Immagini che hanno suscitato le polemiche di tanti cittadini, secondo i quali i senzatetto avrebbero potuto occupare le stanze delle centinaia di alberghi ora vuoti a Las Vegas a causa del virus.

Ma le foto del parcheggio hanno colpito anche Papa Francesco: “Oggi su un giornale c’è una foto con tanti senzatetto di una città sdraiati in un parcheggio, in osservazione. Sono tanti oggi i senzatetto. Chiediamo che Madre Teresa di Calcutta risvegli in noi il senso di vicinanza a tante persone che vivono nascoste e che nel momento della crisi sì evidenziano così”, ha detto il Pontefice.