Coronavirus, Ihme: "In Italia zero morti al 19 maggio"

Giacomo Galanti
·2 minuto per la lettura
(Photo: MARCO BERTORELLO via Getty Images)
(Photo: MARCO BERTORELLO via Getty Images)

Nuove stime sul Covid-19 prevedono che in Europa il picco della pandemia si verificherà durante la terza settimana di aprile, con contagi che si estendono a partire dal sud dell’Europa.

La previsione, rilasciata dall’Istituto per le Misurazioni e la Valutazione della Salute (IHME) nella Facoltà di Medicina dell’Università di Washington, parla di circa 151.680 decessi durante quella che i ricercatori chiamano la “prima ondata” della pandemia. Come confronto, ci si attende negli Stati Uniti un numero pari a 81.766 decessi, secondo la previsione rilasciata domenica scorsa dall’IHME.

Per quanto riguarda l’Italia, al netto di possibili ricadute dovute al rilassamento delle misure di distanziamento sociale, lo studio stima:

- L’Italia ha superato la propria fase di picco, eccezion fatta per Calabria (picco previsto per oggi, 7 aprile) e Puglia (16 aprile);

- La fine della pandemia (zero decessi) è il 19 maggio, salvo un allentamento delle misure di distanziamento sociale o un rimbalzo dei contagiati;

- Il totale dei decessi registrati in Italia sarà di 20.300 al 4 agosto 2020

Mortalità giornaliera in Italia (Photo: IHME)
Mortalità giornaliera in Italia (Photo: IHME)
Mortalità totale Italia (Photo: IHME)
Mortalità totale Italia (Photo: IHME)

Settimane preoccupanti attendono molti Stati europei” dice il Dottor Christopher Murray, Direttore dell’IHME. “Sembra probabile inoltre che il numero dei decessi ecceda le proiezioni attuali per gli Stati Uniti”.

Questo, nonostante la diminuzione dei decessi attualmente registrata in Italia e Spagna. Il numero di morti in molti paesi è aggravato dalla domanda di accoglienza ospedaliera, che va ben oltre la disponibilità. Per esempio, si prevede che il picco di domanda nel Regno Unito raggiunga un totale di 102.794 posti letto a fronte dei 17.765 disponibili, 24.544 posti in terapia intensiva a fronte di 799 disponibili, e 20.862 respiratori (il dato riguardante la disponibilità dei respiratori non è disponibile).

Le notizie odierne in Europa riportano che la maggior parte delle regioni in Italia e in Spagna ha superato il picco dei decessi, mentre altre lo raggiungeranno più tardi, nel corso del mese di aprile.

I paesi che stanno per raggiungere il picco o che vi si stanno avvicinando rapidamente in questa ondata dell’epidemia includono l’Olanda, l’Irlanda, l’Austria e il Lussemburgo. La Repubblica Ceca e la Romania sono a metà strada della traiettoria prevista per questi Paesi. Altre nazioni, inclusi il Regno Unito, la Germania, la Norvegia e la Grecia sono ancora all’inizio del contagio e vedranno il numero dei decessi aumentare rapidamente per raggiungere il picco nella seconda e terza settimana di aprile.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.