Coronavirus, Iic: su fuga notizie Conte non puó fare lo struzzo

BOL

Roma, 8 mar. (askanews) - "Il governo dovrebbe sapere che la cattiva gestione delle informazioni e la pubblicazione del decreto di notte comporta conseguenze negative proprio sull'emergenza. Per questo motivo, con grande dispiacere, mi trovo a definire imbarazzante la conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, tenuta questa notte a palazzo Chigi". A sostenerlo in una nota è Alessio Pascucci, coordinatore nazionale di Italia in Comune.

"Il presidente Conte invece di scaricare su altri la responsabilità della fuga di notizie dovrebbe chiedere scusa agli italiani a meno che, cosa ancora più grave, non abbia ancora chiara l'emergenza che stiamo vivendo nel nostro Paese. Ma sarebbe come fare lo struzzo e nascondere la testa sotto la sabbia", osserva Pascucci. "Mi chiedo se il Presidente Conte comprenda davvero le conseguenze sull'Italia di questa condotta superficiale che ha consentito deliberatamente di far circolare per la seconda volta le bozze dei decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri ancora non firmate e definitive".

"Capisco la difficoltà del momento, ma l'emergenza è di tutti, non solo del Governo, anzi forse ancora di più degli Enti di prossimità, dei Sindaci e soprattutto dei cittadini. Come Sindaci siamo in prima fila nell'affrontare l'emergenza ed applicheremo tutte le norme varate ma non è accettabile che gli italiani apprendano novità così importanti in questo modo. Tutto questo non fa che generare altra confusione e alimentare il caos. E, ora più che mai, abbiamo bisogno di tutt'altro. Per questo - conclude il coordinatore di Italia in Comune - invito il Governo a porre maggiore attenzione alle modalità di comunicazione che in momenti di crisi hanno lo stesso valore, spesso addirittura maggiore, dei contenuti".