Coronavirus, il 27 marzo la preghiera del Papa per unire il mondo

Gtu

Roma, 22 mar. (askanews) - Il 27 marzo la preghiera del Papa per unire spiritualmente il mondo a fronte dell'emergenza coronavirus.

L'appuntamento lo ha dato Bergoglio all'Angelus, e lo ha ribadito il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni: "Come affermato da lui stesso all'Angelus questa mattina, in questo tempo di emergenza per l'umanità il Santo Padre Francesco invita i cattolici di tutto il mondo a unirsi spiritualmente in preghiera con lui il prossimo venerdì 27 marzo alle ore 18.00".

La preghiera del Santo Padre potrà essere seguita in diretta tramite i media e si concluderà con la Benedizione eucaristica che sarà impartita "Urbi et orbi" attraverso i mezzi di comunicazione. E - spiega il direttore della Sala stampa vaticana - a tutti coloro che si uniranno spiritualmente a questo momento di preghiera tramite i media sarà concessa l'indulgenza plenaria secondo le condizioni previste dal recente decreto della Penitenzieria Apostolica.