Coronavirus, il bilancio dei contagi: 3.916 casi e 197 morti in totale

coronavirus-bilancio-contagi

Come di consueto, nella serata del 6 marzo è giunta la conferenza stampa del capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, che ha comunicato il nuovo bilancio dei contagi in merito all’emergenza coronavirus. I dati delle ultime 24 ore mostrano un ulteriore incremento dei nuovi infetti con 3.916 casi in tutta Italia e 197 morti in totale. A questi vanno inoltre aggiunte le 189 guarigioni che sommate a quelle registrate fino a ieri ammontano a 523.

Coronavirus, il bilancio dei contagi

Il capo dipartimento Borrelli ha inoltre illustrato i dati regione per regione, sottolineando come i territori della zona rossa rimangano ancora quelli maggiormente colpiti dal coronavirus. Al primo posto per numero di contagi troviamo infatti la Lombardia con 2.008 casi attualmente positivi, l’Emilia Romagna con 816 e il Veneto con 454. A seguire troviamo Marche e Piemonte con rispettivamente 155 e 139 casi a testa, mentre sulla costa tirrenica abbiamo la Toscana con 78 contagi, la Campania con 57 e il Lazio con 50.

tabella-bilancio

Dai 10 ai 30 contagi troviamo invece il Friuli-Venezia Giulia con 28, la Liguria con 24, la Sicilia con 22, l’Umbria con 16, la Puglia con 15, il Molise con 12 e la provincia autonoma di Trento con 10. Meno di 10 casi a testa hanno infine l’Abruzzo con 9, la Valle d’Aosta con 7, la Sardegna con 5, la Calabria e la provincia autonoma di Bolzano con 4 ciascuna e per ultima la Basilicata con soli 3 contagi.

Sempre Borrelli ha riferito il numero di deceduti in data odierna che ammonta a 49. Di questi pazienti, aventi un’età compresa tra i 62 e i 95 anni, 37 sono morti in Lombardia, 7 in Emilia Romagna, 2 in Veneto, 2 in Piemonte e uno nel Lazio. In totale il numero dei decessi finora corrisponde al 4,25% del totale dei contagiati, mentre i guariti corrispondono invece all’11,28%.

Misure per le zone rosse

Il capo della Protezione Civile ha inoltre aggiunto che domani verrà annunciata l’eventuale proroga della quarantena per le cosiddette zone rosse nonché il loro possibile ampliamento anche alla provincia di Bergamo, dove in questi ultimi giorni sono stati riscontrati numerosi casi di coronavirus: “Il comitato tecnico scientifico sta analizzando le informazioni dei dati in nostro possesso e per domani sapremo quale sarà la sorte delle zone rosse”.