Coronavirus: il 'fai da te' anti-contagio, ad Acireale vescovo disinfesta la cattedrale

webinfo@adnkronos.com

L'emergenza coronavirus e le norme volte ad arginare il più possibile la diffusione del contagio da Covid-19 hanno indotto anche qualche vescovo a rimboccarsi letteralmente le maniche e a scendere in campo in prima persona disinfestando i locali della chiesa. Accade ad Acireale dove monsignor Antonio Raspanti, vescovo di Acireale nonchè vice-presidente della Cei, dismessa momentaneamente la talare ha indossato una tenuta casual e, armato di disinfettante, ha dato vita ad un 'fai da te' anti-contagio disinfettando panche e inginocchiatoi della cattedrale. 

Ad Acireale le messe e le altre celebrazioni proseguono regolarmente ma si invitano i parroci ad evitare i sovraffollamenti e, specialmente per le chiese piccole, si chiede di celebrare messe in aggiunta a quelle già previste. Nel vademecum alle chiese della diocesi di Acireale, in base ai protocolli nazionali per l'emergenza Coronavirus, Raspanti invita a procedere "ad un’accurata pulizia delle chiese e dei locali parrocchiali". E così il vescovo dà lui stesso l'esempio.