"Non sfidate il virus, non siete me. Usate la testa. Vinciamo noi". Il monito di Ibrahimovic

Lorenzo Santucci
·1 minuto per la lettura

“Usa la testa, rispetta le regole, distanziamento e mascherina, sempre. Vinciamo noi”. Parola di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante del Milan, positivo qualche settimana fa e tornato a disposizione della squadra dopo essere guarito, lancia un monito a tutti i cittadini: “Il virus mi ha sfidato e io ho vinto. Ma tu non sei Zlatan, non sfidare il virus”. E se a dirlo è chi si crede invincibile, c’è da credergli.

Ibrahimovic è testimonial della campagna di sensibilizzazione di Regione Lombardia: il messaggio dell’attaccante è stato pubblicato sui social in un video, girato sul Belvedere al trentanovesimo piano di Palazzo Lombardia.

Quando era risultato positivo, lo svedese aveva scritto un messaggio su Twitter da molti contestato. Nel tweet si leggeva come il Covid avesse avuto “il coraggio di sfidarmi. Cattiva idea”. Molti, non tenendo probabilmente conto del personaggio, avevano trovato di cattivo gusto questa affermazione vista la situazione drammatica che molte persone stanno vivendo a causa del virus. Oggi, Ibra si raccomanda di non imitarlo: sarà anche l’ennesima dimostrazione narcisistica, ma è un appello di cui va tenuto conto.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.