Coronavirus, il nuovo bilancio di oggi: 3.296 contagi e 148 decessi

coronavirus-bilancio

Nella serata di giovedì 5 marzo è stata indetta la consueta conferenza stampa del capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, che ha comunicato il nuovo bilancio dei contagi in merito all’emergenza coronavirus. I dati delle ultime 24 ore mostrano un ulteriore incremento dei nuovi infetti con 3.296 casi in tutta Italia e 148 morti in totale. A questi vanno inoltre aggiunte le 414 guarigioni (138 in più rispetto a ieri) e il numero dei tamponi che nelle ultime ore ha raggiunto quota 32.362 test eseguiti su sospetti contagiati dall’inizio dell’epidemia.

Coronavirus, il nuovo bilancio dei contagi

Nel corso della conferenza stampa, il capo della Protezione Civile Borrelli ha inoltre illustrato le principali aree di provenienza dei nuovi contagi e dei nuovi decessi. A guidare la classifica nazionale è come sempre la Lombardia, con 1.777 casi attualmente positivi (il 54% del totale nazionale) e 98 morti, seguita dall’Emilia Romagna con 658 casi e 30 morti e infine dal Veneto con 380 casi e 10 morti. Sopra il centinaio di contagi si aggiungono da oggi anche le Marche, con 120 casi positivi e 4 decessi, e il Piemonte con 106 contagi e 2 morti.

numero-bilancio

Dai 10 ai 100 contagi troviamo invece la Toscana con 60 casi, la Campania con 45, il Lazio con 41, la Liguria e il Friuli-Venezia Giulia con 21 casi a testa, la Sicilia con 16 e la Puglia con 12 casi. Sotto i 10 contagi abbiamo infine l’Umbria con 9 casi, l’Abruzzo con 8, il Molise e la provincia autonoma di Trento con 7 ciascuno,la Valle d’Aosta, la Calabria e la Sardegna con 2 casi ciascuna e infine la Basilicata e la provincia autonoma di Bolzano con un caso a testa.

LEGGI ANCHE: Tasso di mortalità Coronavirus: i dati per età, sesso e patologie pregresse

Per quanto riguarda i pazienti attualmente positivi in Italia, 1.155 si trovano in isolamento domiciliare, 1.790 sono ricoverati in ospedale con sintomi di vario genere e 351 sono invece ricoverati nei reparti di terapia intensiva. Questi ultimi rappresentano circa il 10% sul totale dei contagiati, dato in linea con le precedenti rilevazioni della Protezione Civile.

Governo stanzia 7,5 miliardi di euro

Nella stessa giornata il governo Conte ha inoltre stanziato l’importo di 7,5 miliardi di euro a sostegno delle famiglie colpite dall’emergenza. Lo stesso presidente del consiglio ha affermato in proposito: “Riteniamo di dover assumere in un contesto così emergenziale misure urgenti. Nel corso del Cdm io mi sono premurato di distribuire tra tutti i ministri una cartellina che conteneva anche le proposte pervenute in questi giorni da parte dell’opposizione”.

Contestualmente è stato anche disposto il rinvio del referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari, inizialmente previsto per il prossimo 29 marzo. Lo ha affermato in giornata il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà, aggiungendo che la nuova data verrà decisa entro il prossimo 23 marzo e dovrà cadere tra il 50esimo e il 70esimo giorno dalla sua indizione.

Quasi cento morti in Lombardia

Nella contemporanea conferenza stampa indetta invece presso la sede della Regione Lombardia, l’assessore al Welfare Giulio Gallera ha annunciato l’aumento del numero di decessi per coronavirus dai 73 del 4 marzo ai 98 di oggi. Nel commentare ciò, Gallera ha inoltre dichiarato che è in arrivo un provvedimento che imporrà la sospensione di tutte le attività ambulatoriali non urgenti e differibili sia per gli ospedale pubbliche che per quelli privati sul territorio della regione. Questo al fine di concentrare gli sforzi del personale sanitario nel fronteggiare l’emergenza coronavirus.