Coronavirus, il post dell’infermiera segnata dalla mascherina

coronavirus infermiera

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale

I veri eroi di questa battaglia contro il coronavirus sono medici e infermieri, che lavorano giorno e notte per combattere l’epidemia. Tra loro c’è anche Alessia, che ha postato una foto su Instagram che sta facendo il giro dell’Italia.

Coronavirus, il post dell’infermiera

Una delle tante foto postate da infermieri in questi giorni è di Alessia, giovane infermiera 23enne. Con i segni sul volto a causa della maschera protettiva, la ragazza ha collezionato migliaia di like, facendo diventare il suo post uno dei simboli della lotta al Covid-19. La ragazza, che lavora da sei mesi in un ospedale di Milano, non si aspettava che il suo post raccogliesse tanto consenso. “Avevo appena finito il turno di notte, sei ore -ha detto la ragazza a FanPage.it- . I dispositivi sono rigidi, la maschera è tipo quella da sci, preme molto sul viso e dà fastidio“. Alessia racconta, come ha fatto nel suo post su Instagram, i turni infernali dei medici che combattono il coronavirus. “Sto in un reparto completamente dedicato ai sospetti, al pronto soccorso: non posso bere perché non mi posso alzare la mascherina. Per andare in bagno stesso discorso: dovresti toglierti tutto e poi rivestirti da capo a piedi, ma non puoi lasciare il reparto così”.

L’appello ai giovani

Dopo aver raccontato le fatiche che un infermiere deve soffrire durante questa epidemia, Alessia si rivolge ai giovani, i meno toccati dal Covid-19 che spesso sottovalutano la situazione. “Quello che chiedo a chiunque stia leggendo questo post è di non vanificare lo sforzo che stiamo facendo, di essere altruisti, di stare in casa e così proteggere chi è più fragile. Noi giovani non siamo immuni al coronavirus, anche noi ci possiamo ammalare, o peggio ancora possiamo far ammalare. Non mi posso permettere il lusso di tornarmene a casa mia in quarantena, devo andare a lavoro e fare la mia parte. Voi fate la vostra, ve lo chiedo per favore“. E la giovane infermiera spiega l’intento del suo post, che ha raccolto migliacci di like: “L’obiettivo del mio post non era quello di piangermi addosso. Solo che vorrei che la gente capisse che ci stiamo sforzando per dare il 100 per cento, e vorrei che anche gli altri dessero il 100 per cento in questa situazione”.