Coronavirus, il sindaco di Messina: “Chiudere tutte le attività”

coronavirus messina chiuse attività

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale

Il sindaco di Messina, Cateno De Luca, ha comunicato che tutte le attività della città siciliana rimarranno chiuse per l’emergenza coronavirus fino al 3 aprile. L’ordinanza del primo cittadino messinese ha natura preventiva per cercare di contenere il più possibile il numero di casi positivi nel territorio da lui amministrato che, per sua stessa ammissione, non potrebbe gestire con il proprio sistema ospedaliero un inasprimento del numero di positivi al COVID-19. “Sarà prevista la chiusura di tutte le attività, pubbliche e privare siano al 3 aprile – scrive il sindaco nell’ordinanza cittadina – Resteranno aperte solo le attività per l’approvvigionamento dei generi di prima necessità. Ci sarà un piano per il controllo del territorio. La situazione necessita di prese di posizione decise, per qualcuno impopolari. Chi vuole è libero di impugnarle prendendosi le consequenziali responsabilità”.

Coronavirus a Messina, le parole del sindaco

La scelta del sindaco De Luca ha, come detto, natura preventiva visto che in Sicilia il numero di posti in terapie intensiva sarebbe del tutto insufficiente se la situazione sull’isola diventasse come quella attualmente in corso in Lombardia e in altre regioni del Nord d’Italia. Queste le parole del sindaco: “Se le Regioni del centro-nord sono in emergenza, pur avendo dal punto di vista sanitario strutture all’avanguardia qui al Sud l’aumento del contagio sarebbe una tragedia annunciata. Da mie riservate notizie, in tutta la provincia di Messina ci sono appena 10 posti letto disponibili in rianimazione; in Sicilia saranno 70 in tutto. Ma anche se fossero 150 rispetto al rischio di una pandemia nel nostro territorio, cosa succederebbe?”.

De Luca: “Provate a smentirmi”

“Attendo che qualcuno mi smentisca – dice il sindaco De Luca – Volete capirlo che qui l’aumento della diffusione del virus sarebbe una tragedia annunciata? Il mio invito è sempre lo stesso, buon senso. State a casa, evitate di prendere o diffondere il Coronavirus». Le misure previste dalla nuova ordinanza cittadina verranno presentate questa sera, 11 marzo, alle 19:00 in diretta sulla pagina Facebook del sindaco ed entreranno in vigore da dopodomani per dare tempo a tutti di adeguarsi.