Coronavirus, il sindaco di Pisa chiude il litorale nel weekend

Red/Gtu

Roma, 13 mar. (askanews) - Emergenza coronavirus: il sindaco di Pisa chiude il litorale per i weekend "per evitare gli assembramenti di persone dello scorso fine settimana".

Il sindaco di Pisa Michele Conti - riferisce il Comune - ha firmato nel pomeriggio "un'ordinanza contingibile e urgente per disporre la chiusura al transito veicolare e pedonale di tutto il litorale nei fine settimana". "Dal provvedimento - si spiega - sono ovviamente esclusi residenti e domiciliati nelle frazioni di Marina di Pisa, Tirrenia, Calambrone, nonché coloro che dimostrino comprovate esigenze lavorative, stati di necessità o motivi di salute in conformità a quanto stabilito dal Dpcm 9 marzo 2020".

"Nello scorso fine settimana - ha spiegato il sindaco Michele Conti - nonostante le limitazioni nazionali in atto, si è registrata sul nostro litorale la presenza di numerose persone a passeggio sul lungomare. Per prevenire il ripetersi di questo fenomeno, ho firmato l'ordinanza che limita la circolazione di veicoli e di persone in accesso a quei luoghi, un provvedimento a salvaguardia della salute pubblica, per scongiurare potenziali situazioni di aggregazione e contenere conseguentemente la possibile diffusione del Covid-19".

L'ordinanza dispone, a partire da domani e fino a diversa disposizione, il divieto di circolazione dei veicoli ogni sabato e domenica nelle seguenti strade: viale D'Annunzio, dalla rotatoria di via Deodato Orlandi fino a Marina di Pisa; via Vecchia di Marina, da via Livornese fino a via di Torretta; via di Mezzapiaggia, da via Livornese fino a via A. Valente; viale del Tirreno, dal ponte sullo Scolmatore (inizio confine comunale per chi proviene da direzione Livorno). La Polizia Municipale sarà impiegata nei vari punti di accesso per i controlli necessari - avverte il Comune - e ai trasgressori sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 300 euro.