Coronavirus, il sindaco di Trani chiede l’intervento dell’esercito

coronavirus

Il primo cittadino di Trani in un video postato su Facebook ha voluto trasmettere un messaggio forte ai suoi concittadini, pregandoli di rispettare il decreto emesso dal Governo sulle misure restrittive e chiedendo l’intervento dell’esercito per arginare il contagio da coronavirus.

Coronavirus, messaggio del sindaco di Trani

In un video postato su Facebook, il sindaco di Trani Amedeo Bottaro ha voluto chiarire la situzione in merito al coronavirus, invitando i suoi concittadini a rispettare le norme stabilite dal decreto.

Ho chiesto l’ausilio dell’esercito al prefetto. Abbiamo fatto un primo controllo alle 6.06 in stazione e per fortuna c’era poca gente a bordo. Abbiamo puntato telecamera sulla stazione per verificare tutti coloro che arrivano, ma siano noi il vero problema“.

Rispettare le regole

“Di sera-continua il primo cittadino- sappiamo regolamentarci, di giorno no. Ci si assembra inutilmente in paese e sembra che il problema non sia stato capito dai cittadini”. Un monito va soprattutto ai commercianti, evidentemente ignari della situazione e a chi esce per fare passeggiate: “Ricordo che i bar non possono fare servizio consegne di domicilio. Sarcinesche chiuse, al città deve fermarsi. Niente passeggiata solo perché fa caldo. Saremo intansigenti, fermeremo chiunque, facendo multe se necessario.

Bisogna stare a casa e uscire solo se necessario. Un appello anche a chi nelle prossime ore rientrerà dai 14 paesi colpiti in Lombardia:”Continuo a fare questo appello a chi rientra dal nord: quarantena volontaria. Non siamo in vacanza. Stiamo affronatndo un momento d’emergenza che può peggiorare, se continuiamo a porre in essere questi comportamenti irresponsabili. Per piacere, per il bene nostro, della nostra città, rispettiamo le regole, abbiate prudenza!”, conclude il sindaco.