Coronavirus, il web spinge le donazioni: dal crowdfunding 7mln

Mch

Milano, 11 mar. (askanews) - A dettare la linea sono stati i Re Mida dell'Internet italiano: da quando Chiara Ferragni e Fedez hanno lanciato la loro campagna di crowdfunding per sostenere il San Raffaele di Milano nell'emergenza Coronavirus, sono spuntate migliaia di raccolte fondi promosse online in tutta Italia per aiutare le strutture in affanno in queste settimane di epidemia. Sono stati rastrellati - per ora - oltre 7 milioni di euro su diverse piattaforme web: la più gettonata è Go Fund Me, la stessa scelta dai Ferragnez, ma si sono attivate, tra le altre, anche Starteed, Eppela e For Funding.

In pochi giorni la coppia Ferragni-Fedez ha raccolto quasi quattro milioni di euro: loro ci hanno messo 100mila euro e con la forza dei social sono riusciti a coinvolgere altre 187mila persone. Le altre campagne di crowdfunding sono nate in scia: per l'ospedale Cotugno di Napoli sono stati messi insieme fino ad oggi 380mila euro; 230mila per la terapia intensiva di Parma; 150mila euro in Puglia e così via per le oltre 3mila iniziative censite online.

"Quello che sta accadendo in Italia è molto importante: le persone stanno cercando di aiutarsi a vicenda e vogliono in prima linea supportare le terapie intensive in questo momento delicatissimo", ha spiegato Elisa Liberatori Finocchiaro, responsabile di Go Fund Me per il Sud Europa.

La raccolta di fondi su Internet per sostenere cause benefiche non è una novità in Italia. Starteed, che ha lanciato a sua volta un'iniziativa per la Protezione civile, ha pubblicato un rapporto in cui analizza i dati del crowdfunding italiano nel 2019: la categoria "donation-reward" l'anno scorso ha messo insieme complessivamente 16 milioni di euro, poco più del doppio di quanto raccolto in pochi giorni per fronteggiare il diffondersi del Coronavirus. Non solo: la campagna dei Ferragnez è un vero caso di successo e si piazza al momento al secondo posto tra le campagne di crowdfunding italiane più ricche di sempre. È battuta solo da quella chiusa pochi giorni da Fin-Novia che ha raccolto 7,6 milioni di euro.