Coronavirus, Ilaria Capua: “Contagi 100 volte più di quelli dichiarati”

coronavirus ilaria capua contagio

Ospite a L’aria che Tira, su La 7, la virologa Ilaria Capua torna a parlare del coronavirus, focalizzando l’attenzione sull’aumento dei casi di contagio. Il premier Conte e tutto il governo chiedono alla popolazione di evitare gli allarmismi, in quanto la situazione è sotto controllo e correttamente gestita. Ma la virologa italiana ha evidenziato come il contagio si stia espandendo a macchia d’olio e come possa essere illusorio il tentativo di fermarlo.

I numeri in Italia

Secondo Ilaria Capua, “i contagiati (in Italia ndr.) sono molti di più dei circa 2 mila dichiarati“. Forse anche oltre 100 volte tanto. Il motivo? “Perché i test più usati individuano il virus e non gli anticorpi. Di conseguenza non sappiamo quanti siano gli infetti, contando sia i sintomatici sia gli asintomatici”.

Coronavirus, Ilaria Capua sul contagio

“Il contagio (di coronavirus ndr.) non si ferma”, ha esordito Ilaria Capua con Myrta Merlino su La 7. La virologa, infatti, ha denotato come, negli ultimi giorni, i casi di Covid-19 registrati in Italia siano lievitati di oltre 500 unità. “Il vero problema di questa epidemia – ha detto la virologa a L’Aria che Tira – è che non ci saranno abbastanza posti nelle terapie intensive per i malati gravi”. Infatti, diversi sistemi sanitari regionali del Nord hanno lanciato un allarme posti letto, che sono in carenza in diverse zone rosse.

Fermare il contagio risulta ormai “illusorio” secondo la Capua, in quanto ogni persona infetta è potenzialmente in grado di contagiare altre 2,4 persone. “I ragazzi che vanno in giro – ha poi concluso la virologa – si espongono al contagio e più che altro potrebbero riportarlo in una nuova regione”. Ciò che l’Italia sta cercando di fare in questo momento, ha detto infine Ilaria Capua, è “di far uscire il contagio alla spicciolata. Ho pensato sin dall’inizio che fosse illusorio fermare un contagio del genere, però si può rallentare“.