Coronavirus, in Inghilterra altri 676 casi: scuole chiuse

webinfo@adnkronos.com

Le autorità sanitarie britanniche hanno diffuso l'ultimo aggiornamento sui contagi da coronavirus. Alle 9 di stamattina risultavano 2.626 casi positivi, con un aumento di 676 casi rispetto alle 1.950 infezioni registrate ieri. Sono stati effettuati test su 56.221 persone. Il numero di decessi è salito a 104.  

Dopo che oggi è stata annunciata la chiusura in Galles e Scozia, anche tutte le scuole in Gran Bretagna verranno chiuse a causa dell'emergenza. In conferenza stampa il primo ministro Boris Johnson ha detto che l'obiettivo "è rallentare la diffusione del virus", aggiungendo di non spere quando riapriranno le scuole. Le scuole dovranno però offrire dei servizi per accogliere i bambini più vulnerabili e i figli di lavoratori essenziali, della sanità, la polizia e l'assitenza agli anziani.  

Intanto Londra si prepara a diventare 'Zona Rossa'. Lo scrive il Telegraph, citando fonti vicine al sindaco Sadiq Khan. Il governo britannico, scrive il quotidiano, si prepara ad emanare una legislazione di emergenza per prevenire la diffusione del contagio da coronavirus. La misura che riguarderà la capitale britannica potrebbe entrare in vigore nei prossimi giorni, con la chiusura forzata degli esercizi commerciali e divieti per gli assembramenti di persone. Sono previste anche restrizioni al trasporto pubblico.