Coronavirus, “Io non resto a casa” è l’hashtag che fa più discutere

Coronavirus: io non resto a casa, l'hashtag della polemica

In queste ore su Twitter si sta scatenando un polverone. “Io resto a casa” è uno degli hashtag in tema Coronavirus più gettonati sul social network, trend che fa decisamente riflettere ma che necessita anche una precisazione. Sembra che tutto sia partito dai lavoratori, o meglio da chi è tuttora costretto a recarsi al lavoro, nonostante i divieti imposti dalle nuove direttive del Governo Conte.

Chi lavora e non resta a casa

Lo slogan “Restate a casa”, diffuso dal Premier, dai più svariati influencer e da tantissimi cittadini italiani, ora si trova in guerra contro il suo contrario. Sono due i filoni polemici che riguardano l’hashtag “Io non sto a casa”: le persone che devono per forza di cose lavorare, come ad esempio chi è impiegato nella sanità, e chi invece ha deciso di attirare l’attenzione su di sé… in negativo.

Sui lavoratori non si può davvero dire nulla, anzi, c’è soltanto da togliersi il cappello, qualsiasi impiego essi svolgano. Non deve essere facile uscire di casa ogni giorno, in piena pandemia da Coronavirus, per passare una giornata lavorativa come se fosse tutto normale. Se potessero scegliere, probabilmente, rimarrebbero a casa come la maggior parte degli italiani.

Hashtag io non resto a casa

Per quanto riguarda invece i “compagni” che si ribellano all’hashtag ufficiale anti contagio, non è chiaro se ci sia dietro le loro parole una vera volontà, mossa da grande irresponsabilità e scarso senso civile, oppure se sia solo un modo per farsi notare sui social network.

Dal momento in cui il Presidente passa le sue serate nelle televisioni di tutto il Paese, a comunicare direttive di comportamento e divieti sul quotidiano vivere, ci si aspetta che i destinatari del messaggio recepiscano forte e chiaro. A quanto pare non è così: sono soprattutto giovani a scrivere post in cui definiscono il Coronavirus una semplice influenza, un frutto della psicosi italiana, puntando il dito contro le istituzioni e i media.

Scrivono “Io non resto a casa” e parlano di uscite di gruppo, cene fra amici, vita vissuta come se ci fosse alcuna emergenza. Questo tipo di mentalità fa paura, perché va contro delle regole stabilite per il bene comune. L’Italia è un Paese e come tale deve rimanere unito, non possiamo pensare come singoli di fronte ad un’epidemia del genere.

  • Coronavirus, "in Italia 5,9 milioni di casi": Burioni rilancia lo studio
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, "in Italia 5,9 milioni di casi": Burioni rilancia lo studio

    In base ai risultati di uno studio dell’Imperial College di Londra, il virologo Roberto Burioni ha lanciato su Twitter un allarme sul numero reale di contagi nel nostro Paese

  • Serrata fino a Pasqua, poi riaperture graduali: il calendario
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Serrata fino a Pasqua, poi riaperture graduali: il calendario

    Proroga senza deroghe delle attuali misure almeno fino al 18 aprile, poi, se si confermerà il trend del calo dei contagi, le prime graduali riaperture...

  • Australia, perché i più colpiti dal virus sono i 20enni
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Australia, perché i più colpiti dal virus sono i 20enni

    L'11,3% dei casi confermati comprende i giovani tra i 25 e i 29 anni. Il 9,3% quelli tra i 20 e i 25.

  • Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima studiava Medicina
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Strangola la compagna e chiama i carabinieri. La vittima studiava Medicina

    A chiamare i carabinieri è stato lo stesso assassino. In stato confusionale, l’uomo ha avvertito i militari del gesto compiuto.

  • Federico Fashion Style: “Ho avuto tentazioni con ospiti del mio salone”
    Notizie
    notizie.it

    Federico Fashion Style: “Ho avuto tentazioni con ospiti del mio salone”

    Possedere uno dei saloni di bellezza più famosi ha i suoi pro e i suoi contro. A rivelarli è stato Federico Fashion Style.

  • Coronavirus, Berlusconi: "Italiani alla fame, nostro piano è da 100 miliardi"
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, Berlusconi: "Italiani alla fame, nostro piano è da 100 miliardi"

    "Per una parte significativa della popolazione questo è un autentico dramma: chi non può contare su uno stipendio fisso, chi ha perso il lavoro, chi viveva di lavoro nero (diciamolo chiaro, ci sono tante persone in questa situazione, inutile negarlo), si è trovato di colpo senza alcun reddito, si è trovato alla fame nel senso letterale della parola". Lo ha affermato Silvio Berlusconi in un'intervista a Radio 105. "Ovvio che a queste persone -ha aggiunto il leader di Forza Italia- bisogna offrire una soluzione subito, direi addirittura nelle prossime ore. Il problema riguarda tutta Italia, ma nel Mezzogiorno la situazione è più grave. Il governo invece purtroppo è ancora in ritardo, ha stanziato una cifra inadeguata e non c'è ancora chiarezza su come queste somme verranno distribuite".  "Occorrono quindi non solo più risorse, ma bisogna anche essere certi che arrivino senza ostacoli burocratici e rapidamente a chi ne ha bisogno. Per esempio -ha detto ancora Berlusconi- ricordo che il mio governo aveva realizzato una social card per consentire alle persone in difficoltà economiche di acquistare i beni di prima necessità". "Nei prossimi giorni presenteremo al governo un piano che prevede di arrivare almeno a 100 miliardi, sperando che bastino. Dobbiamo finanziare la sanità, la spesa sociale, le grandi e le piccole imprese, occorre garantire liquidità al mercato per difendere il tessuto produttivo del nostro Paese. Lo Stato deve dare la sua garanzie alle banche sui prestiti che faranno alle imprese, questo è fondamentale, salvaguardando la continuità aziendale e i posti di lavoro", ha spiegato. "Purtroppo nessuno può fare previsioni attendibili. Da uomo di impresa prima ancora che da uomo politico, so benissimo che ogni giorno che passa paghiamo un prezzo molto elevato al blocco delle attività del Paese", ha detto riferendosi alla data della 'riapertura' del paese. "Però occorre essere responsabili: riaprire troppo presto come qualcuno vorrebbe, prima che il virus sia sotto controllo, potrebbe costarci molto più caro, sia in termini di vite umane, sia di ulteriori danni al sistema economico, se l'epidemia si dovesse ancora aggravare".

  • Ludovica Frasca presenta il nuovo fidanzato: la foto
    Notizie
    notizie.it

    Ludovica Frasca presenta il nuovo fidanzato: la foto

    Ludovica Frasca, ex velina di Striscia la Notizia, ha un nuovo compagno: il ritrovato amore dopo la fine della storia con Luca Bizzarri

  • Rebecca De Pasquale dimagrita: “Ho perso 15 kg”
    Notizie
    notizie.it

    Rebecca De Pasquale dimagrita: “Ho perso 15 kg”

    L'ex gieffina Rebecca De Pasquale è dimagrita di ben 15 chili in un mese: ecco qual è il segreto della sua ritrovata forma fisica

  • Coronavirus,Renzi: non aspettare Pasqua per riaprire, governo dia date
    Notizie
    Askanews

    Coronavirus,Renzi: non aspettare Pasqua per riaprire, governo dia date

    "Italia chiusa più del dovuto è condanna al declino"

  • Bonus INPS per Partite Iva può salire a 800 euro: “Ma dimostrino che sono in crisi”
    Notizie
    notizie.it

    Bonus INPS per Partite Iva può salire a 800 euro: “Ma dimostrino che sono in crisi”

    Il bonus INPS per le Partite Iva potrebbe aumentare a 800 euro per i mesi di aprile e maggio, mentre rimane a 600 euro per il mese di marzo.

  • Coronavirus, Fabrizio Corona e la festa di compleanno in quarantena
    Notizie
    notizie.it

    Coronavirus, Fabrizio Corona e la festa di compleanno in quarantena

    In barba ai divieti imposti per l'emergenza Coronavirus Fabrizio Corona ha dato una festa per il suo compleanno.

  • Paolo Ciavarro: “Daremo un calcio all’omofobia”
    Notizie
    notizie.it

    Paolo Ciavarro: “Daremo un calcio all’omofobia”

    Sui social ricompare un vecchio discorso di Paolo Ciavarro sull'omofobia: le parole del giovane gieffino, a pochi passi dalla finale

  • Autismo e coronavirus, un nastro blu per uscire: “Non insultateci”
    Notizie
    notizie.it

    Autismo e coronavirus, un nastro blu per uscire: “Non insultateci”

    Durante l'emergenza coronavirus c'è anche chi insulta dai balconi le mamme dei bambini affetti da autismo nonostante passeggino con un nastro blu.

  • Coronavirus, sale a 66 il numero dei medici morti in Italia
    Notizie
    notizie.it

    Coronavirus, sale a 66 il numero dei medici morti in Italia

    Il numero dei medici morti in Italia causa del coronavirus sale a 66: i loro nomi e la loro storia.

  • Meteo, settimana subito più fredda: ma tornerà un maxi anticiclone
    Notizie
    Adnkronos

    Meteo, settimana subito più fredda: ma tornerà un maxi anticiclone

    In queste ore aria fredda direttamente dal Circolo Polare Artico si sta riversando sul Mediterraneo entrando in Italia sotto forma di venti di Bora e Grecale che soffieranno moderati/forti e accompagneranno una perturbazione dai connotati invernali. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che oggi, lunedì, si verificheranno copiose nevicate sulle Alpi a quote via via più basse mentre la pioggia bagnerà gran parte del Piemonte e della Lombardia occidentale pianeggianti. Il tempo andrà peggiorando anche al Centro con rovesci e temporali su Toscana, Lazio, Umbria, Appennini in genere. Altre piogge infine interesseranno la Sardegna orientale, la Sicilia e la Calabria tirrenica. I venti soffieranno di Bora e Grecale al Nord con raffiche fino a 50 km/h a Trieste.  Da martedì comincerà ad avanzare l’alta pressione; il tempo andrà migliorando progressivamente al Nord, mentre la perturbazione sospinta da freddi venti settentrionali si sposterà velocemente verso il Centro e poi al Sud con rovesci e temporali. Clima freddo. Da mercoledì avanzerà un vasto campo di alta pressione che gradualmente conquisterà tutta l’Italia, soltanto le Isole maggiori e poi la Calabria rimarranno scoperte da questo scudo stabile e infatti qualche precipitazione interesserà queste regioni tra Giovedì e Venerdì. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che con l’avanzare dell’alta pressione le temperature cominceranno ad aumentare gradualmente. Da giovedì e poi fino al weekend e anche oltre i valori massimi torneranno a misurare cifre via via più vicine ai 20-22°C su gran parte d’Italia, ma specialmente al Centro-Nord.

  • 17enne scompare dopo una festa 10 anni fa: ritrovato il corpo
    Notizie
    notizie.it

    17enne scompare dopo una festa 10 anni fa: ritrovato il corpo

    Il corpo di Paige, scomparsa dieci anni fa, è stato ritrovato carbonizzato a 45 minuti da casa. Paige era sparita dopo essere andata a una festa.

  • Notizie
    AGI

    In Italia 105.792 casi di coronavirus. Trend in calo, rallentano i ricoveri

    Sale a 105.792 il numero di casi totali di coronavirus in Italia, con un aumento di 4.053 unità rispetto a ieri (identico all'aumento di ieri rispetto a domenica, +4.050), che conferma la stabilizzazione del trend di discesa. Si conferma anche un leggero rallentamento nei nuovi ricoveri, soprattutto in terapia intensiva. Aumentano invece i decessi giornalieri, che sono 837, 25 più di ieri. In un giorno 1.109 guariti, meno del record di 1.590 guariti di ieri. Per questo l'incremento degli attualmente positivi torna a salire rispetto a 24 ore fa, +2.107 contro il +1.648 di ieri. In totale a oggi si contano 77.635 attualmente positivi, 15.729 guariti, 12.428 morti. Degli attualmente positivi, 28.192 sono ricoverati (+397, ieri +409), 4.023 sono in terapia intensiva (+42, contro +75 di ieri), mentre in isolamento domiciliare sono 45.420 (+1.668 contro +1.164 di ieri). La situazione in LombardiaRallentano ancora i contagi da coronavirus in Lombardia, per il secondo giorno. Oggi i nuovi casi positivi registrati sono 1.047. Ieri l'aumento era stato di 1.154 unità, mentre sabato di 2.117. Dall'inizio dell'epidemia i positivi sono in tutto 43.208. Lo ha reso noto l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera, nell'aggiornamento quotidiano sull'emergenza coronavirus.

  • Crimi: reddito emergenza? Obiettivo 780 euro a chi senza stpendio
    Notizie
    Askanews

    Crimi: reddito emergenza? Obiettivo 780 euro a chi senza stpendio

    'Unica condizione è: hai avuto un reddito a marzo?'

  • Prodi: "Se succede la grande crisi gli olandesi a chi venderanno i tulipani?"
    Notizie
    Adnkronos

    Prodi: "Se succede la grande crisi gli olandesi a chi venderanno i tulipani?"

    "Una grandissima parte della società ha reddito zero, bisogna pensare a come ricostruire la struttura economica del Paese, come ricostruire l'Italia quando saremo fuori da questo dramma, dobbiamo prepararlo adesso, con urgenza". Lo ha affermato Romano Prodi, ospite a 'Che tempo che fa'. Poi, a proposito dei veti che stanno bloccando le decisioni dell'Unione europea, ha osservato: "Ma gli olandesi se succede la grande crisi a chi venderanno i tulipani?". "E' come la guerra, il paragone di Draghi è scientificamente giusto - ha detto Prodi - Non è la crisi del 2008 che parte dalla finanza e poi prende il resto dell'economia, prende tutti: i ristoratori e quelli che devono andare a mangiare".  In Europa, ha aggiunto, "non c'è una strategia per il futuro", ma "il gruppo di Paesi che rifiuta l'austerità per definizione è diventato molto più forte. Finalmente il pericolo è percepito. Il primo passo della Banca centrale europea ci aiuta", ma occorre una "strategia comune e un forte incentivo immediato per le imprese come stanno facendo in America: famiglie e imprese, perché è una crisi dell'offerta e una crisi della domanda".

  • Coronavirus, 'a Wuhan molti più morti': i dubbi dei media
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, 'a Wuhan molti più morti': i dubbi dei media

    Il numero dei decessi resi noti a Wuhan non convince Radio Free Asia. L'emittente, in un lungo articolo pubblicato sul proprio sito, solleva dubbi sulla veridicità delle vittime, "circa 2500'', registrate in città. "Dall'inizio della settimana, 7 grandi società di pompe funebri hanno consegnato ogni giorno le ceneri di circa 500 defunti alle rispettive famiglie. Questo fa pensare che siano morte più persone rispetto a quanto indicato dalle cifre ufficiali", si legge nell'articolo, che si basa anche su dichiarazioni rese da cittadini in forma anonima. Per delineare il quadro, Radio Free Asia fa riferimento anche alle informazioni diffuse dal sito Caixin.com, secondo cui 5000 urne sarebbero state consegnate ad un'azienda di pompe funebri nell'arco di una sola giornata. I numeri sono al centro di discussioni sui social e nell'articolo di RFA si arriva ad ipotizzare il totale di 42.000 decessi sulla base di ragionamenti ad oggi privi di evidenze concrete. Si ipotizza che nel complesso verranno consegnate ogni giorno circa 3500 urne tra il 23 marzo, data di inizio del processo, e la festa del QingMing che cade il 5 aprile.

  • Clizia Incorvaia, duro scontro con l'amante di Francesco Sarcina
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Clizia Incorvaia, duro scontro con l'amante di Francesco Sarcina

    L'ex gieffina ha incontrato la rivale in amore Grazia. Il faccia a faccia è andato in scena a "Live - Non è la D'Urso".

  • Bentley Bacalar: curiosità, design e motore della supercar
    Notizie
    Motori Magazine

    Bentley Bacalar: curiosità, design e motore della supercar

    Bentley Bacalar è un'auto sportiva decisa ed innovativa, pensata per il Salone dell'Auto di Ginevra, purtroppo annullato per il Coronvirus

  • Spaccio a domicilio ai Castelli Romani: 11 arresti
    Notizie
    Askanews

    Spaccio a domicilio ai Castelli Romani: 11 arresti

    Operazione dei carabinieri di Velletri

  • Anziana chiama 112: "Ho solo latte e biscotti".  Carabinieri le portano pasti caldi
    Notizie
    Adnkronos

    Anziana chiama 112: "Ho solo latte e biscotti". Carabinieri le portano pasti caldi

    Erano le 19.48 di ieri sera quando al 112 dei carabinieri di Reggio Emilia è giunta la telefonata di una 74enne invalida civile di Reggio Emilia che segnalava ai militari di non aver potuto ritirare la pensione e per questo impossibilitata a fare la spesa. In sua disponibilità solo latte e biscotti. Gli operatori in servizio alla centrale operativa del comando Provinciale carabinieri di Reggio Emilia nella mattinata di oggi hanno fatto pervenire all’anziana i pasti caldi. Primi, secondo, contorni e frutta approntati dalla mensa dei carabinieri. Da domani potrà disporre del servizio di spesa a domicilio assicurato, grazie ai volontari, dal comune di Reggio Emilia. A recapitare i pasti all’anziana, per conto degli operatori del 112, una pattuglia della stazione dei carabinieri di Corso Cairoli che questa mattina ha consegnato gli alimenti all’anziana invalida. La risposta della diretta interessata non si è fatta attendere: nella tarda mattinata odierna la 74enne ha chiamato al 112 ringraziando in lacrime.

  • Pozzuoli, 50 persone a una festa in strada: la reazione del sindaco
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Pozzuoli, 50 persone a una festa in strada: la reazione del sindaco

    Sono già scattate le indagini di forze dell'ordine e polizia municipale per risalire agli organizzatori e ai partecipanti.