Coronavirus: Iraq decide di riaprire aeroporti il 23 luglio

·1 minuto per la lettura
Coronavirus: Iraq decide di riaprire aeroporti il 23 luglio
Coronavirus: Iraq decide di riaprire aeroporti il 23 luglio

Baghdad, 16 lug. (Adnkronos/Europa Press) – Il governo iracheno ha annunciato oggi che gli aeroporti del paese riprenderanno le operazioni il 23 luglio, dopo quasi quattro mesi di stop a causa della pandemia di coronavirus. L'Alto Comitato per la salute pubblica e la sicurezza ha dichiarato che il coprifuoco imposto in Iraq sarà levato dopo la festa dell'id al-aḍḥa. I posti di frontiera di Al Mundiriyá, Al Shaib e Safuán potrebbero riaprire il 23 luglio, purché le autorità provinciali garantiscano il rispetto dei protocolli di prevenzione.I ristoranti e centri commerciali potrebbero riaprire le loro porte, a condizione che i loro lavoratori e clienti indossino maschere e rispettino le distanze sociali, secondo il canale televisivo iracheno Al Sumaria.

Il ministero della Salute iracheno ha confermato 2.281 casi e 90 morti nelle ultime ore, portando il totale a 86.148 e 3.522, rispettivamente. Il numero dei guariti ammonta a 54.316.