Coronavirus, Israele conferma 705 casi, 10 in gravi condizioni

Ihr

Roma, 20 mar. (askanews) - E' salito a 705 il numero dei contagi con il nuovo coronavirus in Israele. Lo riferisce il sito di Haaretz precisando che 10 persone versano in gravi condizioni. Quindici persone sono invece guarite e i restanti casi, sottolinea il quotidiano israeliano, non desterebbero preoccupazioni.

In Cisgiordania, riporta la stessa fonte, il bilancio è di 48 palestinesi risultati positivi e 17 guariti, la maggior parte dei quali a Betlemme. Altri 3.900 sono attualmente in quarantena.

Intanto il governo israeliano ha approvato ulteriori misure per limitare il movimento dei cittadini, fra cui la chiusura di scuole e università, di istituzioni culturali e ricreative e le riunioni di più di 10 persone.

Infine a tutti gli stranieri non è consentito l'ingresso in Israele a meno che non siano in grado di autoisolarsi per 14 giorni.