Coronavirus, Israele estende a 1 luglio divieto ingresso stranieri

Fco

Roma, 10 giu. (askanews) - Il governo israeliano ha deciso di prorogare fino al 1 luglio il divieto d'ingresso per gli stranieri imposto nel tentativo di frenare la pandemia di Covid-19. Lo hanno riferito i media locali.

Lo stato ebraico ha chiuso i suoi confini a tutti gli stranieri a met marzo. Secondo i regolamenti, tutti gli israeliani che tornano a casa dall'estero sono obbligati a osservare una quarantena di due settimane. Il quotidiano Maariv ha riferito che le compagnie internazionali sono state informate della proroga.

Israele ha registrato 18.200 casi di coronavirus. Dopo una costante tendenza al ribasso dei contagi a maggio, ora ci sono alcuni picchi in concomitanza con le riaperture.