Coronavirus, Istat: in lockdown genitori dediti a cura dei figli

Red/Gca

Roma, 5 giu. (askanews) - Due genitori su tre hanno dedicato pi tempo alla cura dei figli. E' quanto emerge dal Report Fase 1 dell'Istat.

La cura dei figli occupa il 7,9% dei cittadini, con minime differenze tra uomini e donne. Questo dato riportato alla popolazione che ha figli consente di evidenziare come questo tipo di attivit sia stato molto impegnativo in quanto svolto dall'85,9% della popolazione con figli tra 0 e 14 anni.

Questa, tra l'altro, stata indicata pi frequentemente delle altre come l' attivit cui stato dedicato pi tempo rispetto alla situazione pre-Covid: 67,2% di chi l'ha svolta. Solo per il 29,5% delle persone il tempo in questo ambito non variato. Meno persone al lavoro e pi tempo per studiare In una giornata della Fase 1 dell'emergenza Covid-19 hanno lavorato circa 8 milioni e 400 mila persone: meno di due su dieci. Si tratta di una quota dimezzata rispetto a quella rilevata nel corso di indagini analoghe che indicano circa un 34% di persone impegnate in attivit lavorative nel corso della giornata.

Il 44,0% di chi ha lavorato lo ha fatto da casa. La connessione a Internet come strumento di lavoro stata utilizzata dalla quasi totalit degli home workers (95,8%). Il tempo di lavoro rimasto invariato rispetto a una giornata simile del periodo pre-Covid per il 60,2% del totale di chi ha lavorato, diminuito per il 26% ed cresciuto per il 13,7%. L'attivit di studio stata svolta dall'8% della popolazione di 18 anni e pi e la quota sale al 61,9% tra gli studenti. Hanno dedicato tempo allo studio il 36,2% dei 18-24enni (circa 1milione e 500mila persone) e l'11,2% dei 25-34enni a fronte di meno del 5% del resto della popolazione adulta e anziana. Pi di un terzo di quelli che hanno studiato hanno approfittato del tempo disponibile per dedicarsi di pi a questa attivit (37,3%).