Coronavirus, Istat: in lockdown la lettura un rifugio per molti

Red/Gca

Roma, 5 giu. (askanews) - Al terzo posto tra le attivit di tempo libero, si colloca la lettura cui si dedicata il 62,6% della popolazione. E' quanto emerge dal Report Fase 1 dell'Istat. Si tratta di persone che hanno dichiarato di aver trascorso parte della giornata leggendo libri, riviste, quotidiani o altro: sono pi uomini (64,5%) che donne (60,8%). Il 39,7% ha letto libri, quotidiani o altro on line o su supporto digitale, il 34,6% su supporto cartaceo. Tra i lettori il 18,8% ha letto sia su supporto digitale sia cartaceo, il 44,7% solo online/digitale e, infine, il 36,6% solo su cartaceo. Sono stati soprattutto gli uomini ad avere preferito la lettura online/digitale (45% contro 34,8% di donne) mentre le donne hanno scelto pi il supporto cartaceo (37,4% contro 31,6%). In una giornata della fase 1, la lettura di libri ha interessato il 26,9% della popolazione di 18 anni e pi, con una quota maggiore di donne (30,8%) rispetto agli uomini (22,7%). La maggioranza della popolazione si dedicata alla lettura di libri cartacei, mentre la lettura su digitale ha riguardato il 7%. Differente la situazione per quanto riguarda la lettura dei quotidiani: quattro persone su 10 (40,9%) hanno letto almeno un quotidiano, circa un terzo della popolazione ha letto quotidiani on line, solo una persona su 10 quotidiani cartacei. La lettura di quotidiani ha riguardato pi gli uomini (46,3%) delle donne (35,9%). Anche la lettura una di quelle attivit alle quali si riusciti a dedicare pi tempo durante il lockdown, sia online (46,7%) sia su carta (39,8%).